Come proteggere lo schermo
da sguardi indiscreti quando siamo assenti

© Copyright Programmifree.com.  E' vietata la copia anche parziale senza il consenso scritto dell'autore.

 

 

guida inserita: Ottobre 2017

(Video in fondo alla pagina )

A volte può capitare di lasciare il computer incustodito, per esempio in ufficio -se si fanno delle brevi pause- o in qualsiasi altra circostanza.
Lo scopo di questa guida è impedire che altri vadano a curiosare nel nostro computer quando non ci siamo, o anche solo a vedere quello che c'è nello schermo.

Non utilizzeremo un software complesso, magari per criptare l'hard disk, ma un software semplicissimo in grado di bloccare il pc in maniera impercettibile quando non ci siamo.

Un eventuale intruso potrebbe anche andare a cercare di curiosare, ma vedrà solo il solito desktop e non capirà cosa sta succedendo.

Utilizzeremo un solo programma, ScreenBlur. Questo software è in varie lingue, ma non in italiano, dunque vediamo come utilizzarne le funzionalità più utili.

  1. Scaricate ScreenBlur. Scompattatelo in una cartella e avviatelo.

  2. Vi verranno mostrate un paio di schermate (la prima con la scelta dei Font, la seconda di avviso), cliccate due volte OK.

  3. Dobbiamo inserire la password che utilizzeremo per sbloccare lo schermo. Per quanto in teoria più sicura, sconsiglio una password lunga.
    Spuntate Show it, inserite la password, poi cliccate Set.

     

  4. Cliccate sulla scheda (tab) Automation.

    Qui ci sono svariate opzioni interessanti. E' importante spiegarle, perché possono essere utili.

    Start with Windows: se spuntata, questa opzione farà avviare Screenblur insieme a Windows. In altro caso, lo dovrete avviare manualmente. Nel nostro caso non la seleziono perché le prime volte è meglio essere noi ad avviare il programma, anche per fare pratica.
    Lock when computer is idle for...: serve ad attivare automaticamente ScreenBlur dopo alcuni minuti di inattività, esattamente come un normale screensaver. Nel nostro caso non l'ho selezionata (come l'opzione precedente), perché saremo noi ad attivare manualmente il programma, ma di sicuro vi converrà impostarla durante l'uso quotidiano.
    Mute sound: disattiva l'audio quando lo schermo è bloccato da Screenblur.
    Turn off the monitor: questa opzione spegne completamente il monitor quando attiviamo ScreenBlur. La password andrà digitata su uno schermo spento. Non l'ho selezionata solo perché tra poco faremo pratica in un modo leggermente diverso, ma se volete la potete attivare, è un'opzione potente.
     

  5. Potremmo cliccare OK e avremmo finito. Ma adesso cerchiamo di fare qualcosa in più.
     

  6. Quello che vogliamo fare è nascondere la presenza di ScreenBlur ad un osservatore casuale, in modo che la persona che viene a guardare il nostro schermo quando siamo assenti non capisca che c'è qualcosa di cambiato.
    Chiudiamo tutte le finestre aperte e prendiamo una schermata del desktop (o con un programma di cattura schermate o con il tasto Stamp o -se avete Windows 10- scrivendo Strumento di cattura in Cortana), catturando lo schermo intero).

  7. Salviamo la schermata appena catturata nella cartella Data/Front Images di ScreenBlur.
    NOTA: ho suggerito di mettere una schermata del desktop vuoto, ma potete mettere schermate di tutto quello che volete, come messaggi di errore o altro.
     

  8. Clicchiamo la scheda (tab) Interface.

    Andiamo selezionare la schermata del desktop appena salvata, poi togliamo la spunta alle opzioni più sotto (Times, Labels, Shut down).
    Clicchiamo Preview per vedere  un'anteprima. Per tornare al desktop, digitiamo 'al buio' la password che avevamo impostato (oppure -dal momento che è un'anteprima- clicchiamo più volte i tasti del mouse).
    Per finire clicchiamo OK.

  9. Proviamo finalmente ScreenBlur: apriamo qualche finestra (tipo il browser, un word processor, o altro) e poi clicchiamo sull'icona di ScreenBlur (quella del lucchetto) nella barra delle applicazioni.
    Se abbiamo fatto tutto correttamente, apparirà l'immagine del nostro desktop vuoto; anche cliccando a casaccio qua e là, non ci sarà verso di aprire nulla.
    Digitiamo la nostra password ('al buio') e immediatamente tornerà il consueto desktop: vedete che è utile che la password non sia troppo lunga.

  10. Se anche venisse premuto Ctrl+CANC+Alt, non ci sarà comunque verso di tornare al desktop e nemmeno si capirà cosa sia successo, perché ci sarà sempre l'immagine immutabile del vostro desktop: l'unico modo sarebbe riavviare il computer (utile anche se aveste dimenticato la password di ScreenBlur), e in questo caso -ammesso che il curioso conosca la vostra password- con il riavvio non si potrà comunque vedere cosa c'era sul desktop.
    Se invece al punto 4 di questa guida avete scelto di spegnere il monitor, nemmeno con Ctrl+CANC+Alt si potrà fare nulla (si potrà solo spegnere fisicamente il pc staccando l'alimentazione).

Al punto 9 abbiamo attivato ScreenBlur cliccando sulla sua icona nella barra delle applicazioni. Dopo che avrete fatto un po' di pratica, potete sia far attivare ScreenBlur dopo un certo numero di minuti di inattività (come spiegato al punto 4 di questa guida), sia, sempre come spiegato al punto 4, impostare l'avvio automatico in Windows (che comunque non mi sento di consigliare più di tanto, almeno fino a che l'utente non abbia preso confidenza con il programma).