Creare l'immagine del sistema operativo
 con disco di ripristino

come eseguire backup e ripristino del sistema

© Copyright Programmifree.com.  E' vietata la copia anche parziale senza il consenso scritto dell'autore.

 

 

guida inserita: Giugno 2017

(Video  in fondo alla pagina )

Con questa guida andreamo a creare un'immagine del sistema, con disco di ripristino.

Come programma utilizzeremo AOMEI Backupper Standard, tuttavia il procedimento è identico per qualsiasi software di questo tipo, come Paragon, Macrium, ecc.
Le schermate qui sotto saranno prese da AOMEI, ma voi potrete utilizzare lo stesso procedimento con il programma che preferite.

  1. Installiamo e avviamo AOMEI Backupper Standard

  2. Creiamo un'unità di avvio (boot), che servirà per avviare AOMEI in caso il sistema non riuscisse più ad avviarsi (per esempio con un virus, un malware o altro): basta cliccare Utilities→Create Bootable Media.

     

  3. Scegliamo l'opzione Windows PE: Create bootable..., clicchiamo Next e poi decidiamo se salvare su CD/DVD o su un'unità USB. Nel nostro caso scegliamo di creare l'unità avviabile su USB.

    Quando l'operazione è terminata, clicchiamo Finish.
     

  4. E' il momento di creare l'immagine del sistema operativo (cioé della partizione C:).
    Backup→System Backup


    Clicchiamo Step2, scegliamo l'unità USB sulla quale vogliamo salvare l'immagine del sistema (in genere C:) e poi Start Backup. Da notare che -volendo- si può salvare sulla stessa unità USB con la quale abbiamo creato l'immagine avviabile.

     

  5. [Facoltativo] In genere possiamo lasciare tutto com'è (cioé le impostazioni predefinite). Tuttavia, cliccando su Backup Options prima di procedere con Start Backup, possiamo notare opzioni interessanti.
    Una di queste è Compression→High, che permette di ridurre lievemente lo spazio occupato dal backup: di solito è preferibile lasciare l'impostazione predefinita, perché una compressione elevata aumenta il tempo del backup, tuttavia se l'unità USB non è troppo capiente, aumentare la compressione dei dati può aiutare (ripeto non di moltissimo) a far entrare il backup sulla chiavetta.
    Un'altra opzione degna di nota è Intelligent Sector→Make Exact Backup. Di solito è preferibile lasciare l'opzione predefinita (Intelligent Sector Backup), perché velocizza di molto le operazioni e aumenta (di parecchio)la compressione, tuttavia Make Exact Backup ci consente di creare il backup anche con partizioni in formato non standard o sconosciuto.

  6. Aspettiamo che il backup sia completato e dopo alcuni minuti avremo l'immagine del nostro sistema.

  7. [Facoltativo]  AOMEI Backupper Standard, a differenza di altri programmi gratuiti della categoria, consente anche la creazione di backup incrementali/differenziali.
    Perciò, se in futuro volessimo aggiornare l'immagine che abbiamo salvato, possiamo farlo con Home→Backup→Incremental/Differential Backup: nel nuovo file verranno salvati solo i cambiamenti rispetto all'immagine principale.

    Se a livello teorico questa è un'ottima cosa, a livello pratico è in alcune occasioni possibile incontrare (quando verrà il momento del ripristino) qualche piccolo problema, dunque se considerate i vostri dati importanti vi consiglio sempre di eseguire il backup completo (e non quello incrementale/differenziale).

  8. Ripristino. Abbiamo due possibilità: se possiamo eseguire il ripristino direttamente dal sistema operativo (basta avviare AOMEI Backupper, poi Restore e carichiamo l'immagine del sistema salvata) ben venga, tuttavia la cosa non sempre è possibile, per esempio se prendiamo un virus e il sistema non è più avviabile, dunque in quest'ultimo caso dobbiamo avviare il sistema tramite l'unità USB che avevamo creato al punto 3 di questa guida.
    Dunque:

  9. Se il sistema riesce ad avviarsi, lanciamo AOMEI e poi
    Restore→Selezionamo il backup→Path  e Next.

    Ci chiederà se eseguire un ripristino dell'immagine sistema e risponderemo Yes.
    Per ultimo selezionamo il backup poi Next e (nella schermata successiva) Start Restore.

    Dopo il riavvio, il nostro sistema sarà stato ripristinato. In questo caso, abbiamo finito.
     

  10. Se invece il sistema non riesce ad avviarsi, inseriamo l'unità USB creata al punto 3 e vediamo se il pc riesce ad avviarsi automaticamente con quella.
    Se non fosse possibile, avviamo il pc e clicchiamo ripetutamente CANC al boot. Entreremo nella schermata del BIOS del nostro computer e dovremo impostare l'avvio da USB. Qui con calma dovrete trovare l'opzione per eseguire il boot (avvio) del pc da USB (oppure da CD/DVD se al punto 3 avevate creato un CD/DVD avviabile).
    Salvate le impostazioni e riavviate.

  11. Questa volta -se avete fatto tutto bene- partirà direttamente l'unità avviabile di AOMEI.

  12. Vale la stessa cosa del punto 9: Restore→Selezionamo il backup→Path  e Next
     Carichiamo l'immagine salvata e iniziamo il ripristino.

  13. Scolleghiamo l'unità USB e riavviamo il pc. Di nuovo torniamo nel BIOS (cliccando come prima ripetutamente il tasto CANC al boot del pc) e reimpostiamo l'avvio da Hard Disk

  14. Se abbiamo fatto tutto come si deve (e non è stato difficile: magari le prime volte può sembrarlo, ma non lo è) il sistema sarà stato ripristinato.
     

E' anche disponibile un video che mostra come fare: