Economia

 
   
   
   
   
   
   
   
   
 

Conto corrente al 3% garantito.
Scopri quale

 

 
 

 

 

 

 

 

Obbligazioni

 

Un'obbligazione è uno strumento finanziario che rappresenta un credito nei confronti di un'emittente (che può essere uno Stato, un'Azienda, una Città o Regione, ecc.).

E' un tipo di investimento che prevede, a fronte dell'esborso iniziale, un guadagno futuro rappresentato da cedole e accrescimento del capitale. Il ritorno dell'investimento non dipende dai risultati dell'emittente, a meno che questi siano talmente disastrosi da rendere impossibile il rimborso (per esempio l'azienda va il fallimento).

Le obbligazioni sono essenzialmente di 2 generi: a tasso fisso e tasso variabile (possiamo racchiudere i titoli zero coupon, cioé senza cedola, come i Bot, nel tipo a tasso fisso).

La stragrande maggioranza delle obbligazioni è a tasso fisso, cioé la cedola viene pagata in maniera sempre uguale e predefinita all'emissione; le cedole delle obbligazioni a tasso variabile variano invece rispetto a parametri stabiliti al momento dell'emissione: per esempio le cedole dei Cct variano in rapporto ai Bot. Altre obbligazioni a tasso variabile posso variare a seconda di altri parametri, come indici di Borsa o tassi di cambio.

 

Prezzi.
Al prezzo dell'obbligazione che compriamo va aggiunto il rateo, cioé la parte di interessi maturata dall'obbligazione dallo stacco dell'ultima cedola (se per esempio il 10 Marzo compriamo un'obbligazione al 5% con cedola annuale con scadenza il 10 Aprile, il prezzo che pagheremo sarà comprensivo degli 11 mesi di interessi maturati da quella cedola).

I prezzi dei titoli obbligazionari sono espressi in percentuale. Poiché i titoli obbligazioni di solito vengono rimborsati al 100% del prezzo di emissione, il prezzo di tali titoli di avvicina al valore di 100 via via che si approssima la data di scadenza.

Questo prezzo (100) può variare anche notevolmente durante la vita dell'obbligazione, in genere in base a due parametri: aspettative sull'inflazione -e di conseguenza sui tassi di interesse (se i tassi scendono il prezzo dell'obbligazione sale, perché tutte le obbligazioni emesse a tassi più bassi avranno cedole inferiori, e chi vorrà comprare le nostre -con cedole superiori- dovrà pagare di più)- e solvibilità dell'emittente (se si pensa che l'emittente possa fallire, il prezzo dell'obbligazione crolla). Con più si ritiene che l'emittente abbia problemi, con più il fattore di rischio influirà sul prezzo dell'obbligazione (chi compra vorrà degli interessi più alti per compensare il rischio, perciò il prezzo dell'obbligazione in nostro possesso scenderà in maniera proporzionale).

Oltre a questo c'è il rischio di cambio, se compriamo obbligazioni in valuta. E' chiaro che se per esempio compriamo obbligazioni in dollari e il dollaro crolla, avremo delle perdite, così come guadagneremo se il dollaro andasse alle stelle, a prescindere dalle nostre cedole o dal prezzo dell'obbligazione.

Per valutare e distinguere la solvibilità di una società emittente da un'altra, c'è il rating.