Risparmiare dati e soldi quando si naviga

Navigare di più quando si ha una tariffazione a consumo


Informazioni utili per il computer: spiegazioni e trucchi per il nostro pc

scheda modificata: Settembre 2017


(Videoguida in fondo alla pagina )

Ci sono delle soluzioni che possono essere utili per risparmiare quando si naviga a consumo, quando cioé si hanno dei piani tariffari che prevedono delle soglie per il traffico dati. La cosa vale sia per i computer tradizionali, fissi o notebook che siano, che per gli smartphone.

Chrome Rispamio dati

Per chi già utilizza Google Chrome, La soluzione più immediata è utilizzare un'estensione, chiamata Risparmio Dati. Basta installare l'estensione Risparmio Dati dal Chrome Web Store, cliccando su Aggiungi.



Per attivarla o disattivarla, clicchiamo sull'icona corrispondente. Non c'è nulla da capire, né da impostare: funziona automaticamente. Quando si è navigato un po', si vedrà quanti dati abbiamo risparmiato semplicemente cliccando sull'icona stessa.


Opera Turbo

Se non vogliamo utilizzare Google Chrome, possiamo risparmiare dati con la funzione Opera Turbo del browser Opera, disponibile sia per pc windows che per sistemi mobili.

In questo caso non serve aggiungere nessuna estensione: avviato Opera, basta cliccare su Menu e attivare la funzione Opera Turbo. Con questa funzione attiva, i nostri dati viaggeranno attraverso il proxy di Opera e verranno compressi in tempo reale. Il risparmio dati sarà pari o leggermente superiore a quello di Chrome.




OPPURE: (con le versioni più recenti di Opera) Menu ➞ Impostazioni ➞ Browser ➞ e qui spuntare Attiva Opera Turbo.

Esiste anche Toonel

Queste due soluzioni (Chrome Risparmio Dati e Opera Turbo) valgono solo per i browser. Esiste anche un programma (non aggiornato dal 2006, ma ancora funzionante) che comprime la maggior parte del traffico internet (browser, mail, FTP, ecc.), chiamato Toonel.

Da alcune prove ho notato che la compressione in modalità predefinita è meno efficiente di Opera Turbo (si può però ridurre la qualità delle immagini GIF/JPEG e questo aiuta); inoltre non è immediato tornare alla navigazione consueta (nulla di particolarmente complesso, ma ogni volta bisogna attivare/disattivare la navigazione dal pc tramite proxy, mentre con Opera e Chrome è questione di un clic).


Quanto si può risparmiare?

In media il risparmio dei dati sarà del 20-25%, ancora di più se si naviga principalmente su siti ricchi di testo.

Importante notare che il risparmio dei dati avverrà soprattutto con il testo dei siti internet e in misura minore le immagini. Video e indirizzi web protetti, che iniziano con https, saranno compressi in maniera minima o non lo saranno affatto.

 Nel complesso una soglia di 5 GB ci permetterà con questo sistema di navigare in media per circa 6, 6.5 GB (di più se navigate principalmente su siti web non https).

Perché queste funzioni non sono attive in maniera predefinita?

In genere i dati viaggiano direttamente dal vostro computer al server da voi richiesto (sito internet, online banking, ecc.).

Con la compressione dei dati, questi viaggiano compressi dal vostro computer al proxy di Google o di Opera (o di Toonel, per chi utilizzi quest'ultimo) e da qui al server/sito richiesto. Molti servizi basati sulla geolocalizzazione potrebbero così essere tratti in inganno e non funzionare.

Dunque lo scopo è utilizzare queste opzioni quando serve e quando è possibile, per poi disattivarle -basta un clic- quando è necessario.

© Copyright 2001-2017 Programmifree.com - Tutti i diritti riservati.
E' vietata la copia anche parziale senza il consenso scritto dell'autore